Saint James Paris la mia esperienza

Posted by Samantha De Reviziis on aprile 9, 2017 in Parigi, VIAGGI | No Comments

Saint James Paris il mio hotel preferito di Parigi e foto con la mimosa

Saint James Paris: il Saint James Relais et Châteaux è un bellissimo albergo della Capitale francese presso il quale vivere un’ esperienza all’insegna del lusso e dello charme. Collocato nel pieno centro della città, l’Hotel  si trova a due passi dall’Arco di Trionfo e dall’Avenue Victor Hugo. Soggiornare presso questo una splendida dimora in stile Napoleone III, ridecorata come una particolarissima Maison de Famille, significa immergersi in una totalizzante sensazione di calma e serenità, grazie ai suoi tanti comfort, al meraviglioso giardino a patio e ai suoi alberi secolari.

Prima che la designer franco-americana Bambi Sloan lo trasformasse in un luogo dove benessere e cultura si fondono armoniosamente, la struttura ospitava la Fondazione Thiers, che accoglieva i più brillanti e meritevoli studenti di Francia.

L’estrosità dell’nterior design ha fatto sì che stili diversi si fondessero con armoniosa maestria riuscendo così a raggiungere la perfezione e a rendere unico ogni dettaglio. Read More >>

Come vestirsi alle sfilate

Posted by Samantha De Reviziis on aprile 9, 2017 in VIAGGI | No Comments

Come vestirsi alle sfilate 2017 consigli dell’ influencer e editor Samantha

Come vestirsi alle sfilate? Come vestirsi alle fashion week? ll mio consiglio che puo’ sembrare banale ma non lo è per niente è:

siate voi stesse.

Essere noi stessi non è mica semplice. Anzi. E’ difficilissimo soprattutto nel momento in cui sai che ti stai vestendo anche per i fotografi che incontrerai davanti alle sfilate e che tantissima gente superficiale della moda ti giudicherà in base a come ti vesti.

Ansia da prestazione.

E’ esattamente la sensazione che ho provato una settimana prima delle sfilate. Non vivendo come molte altre influencer solo di quello che indosso (ci sono influencers che cambiano look anche cinque volte al giorno) per me gli outfits che indosso alle sfilate passano in secondo o terzo piano (facciamo anche quarto). Sono più focalizzata sul progetto che devo sviluppare durante le sfilate e sui miei clienti. Nel post precedente vi ho raccontato di cos ami sono occupata durante le sfilate

Ho commesso un grandissimo errore inizialmente pretendendo da me stessa l’imitazione di molte altre influencer e cioè quella di indossare svariati look nello stesso giorno. Poi ho capito che stavo sbagliando ed era meglio seguire il mio stile che dal mondo cheap della moda non è considerato fashion. Per fortuna perchè non ho mai voluto essere una fashion victim ed amo particolarmente il mio di stile.

Mi sono ritrovata con il salotto pieno di vestiti che nulla avevano a che fare con il mio stile, il letto in camera completamente ricoperto dagli abiti più svariati che non avrei mai comprato se fossi stata più lucida e la  cabina armadio in procinto di esplodere. I miei finti amici della moda mandavano a tutto spiano messaggi tipo:

• NO

• Ma sei sicura?

• Ti prego mettiti le scarpe da ginnastica con le calze bucate e la pelliccia e…

• Non puoi andare così

• Non sei fashion

• Amore il look è carino… ma ….

Insomma è stato un vero sclero. Poi ho incontrato una persona speciale che mi ha rimessa sulla retta via (avete presente quelle chiacchierate non programmate che inaspettatamente ti cambiano le carte in tavola?) ed ho ritrovato me stessa. E così sono partita per le fahsion week lasciando a casa una gran parte dei look programmati fregandomene altamente di quello che avrei indossato.

Ho così privilegiato le cose che mi rendono più sicura, che mi fanno stare bene come pellicce, pantaloni di pelle, camicie, scarpe da ginnastica etc…

Come vestirsi alle sfilate: la regola

Il segreto sarebbe:  anticipare i trend seguendo il tuo stile personale.

E’ fattibile ma per farlo bisogna davvero credere molto in sé  stessi, fare tanta ricerca, non calcolare chi ti fotografa e chi non lo fa fuori dalle sfilate né ascoltare consigli di amici, colleghi, ecc…

Contate solo su voi stesse e sul vostro istinto. Io mi sono appoggiata ad una stylist e ad un’ amica ma non ho indossato tutto quello che mi hanno consigliato: solo le cose che si potevano avvicinare a quello che era il mio stile, il quale nelle foto non è che si sia poi messo così in evidenza perché non ho dato il meglio di me ma i miei outfit hanno comunque riscosso un discreto successo.

Qui sotto parte della press: una gif con le foto che sono uscite sui magazines della moda più influenti del mondo.

samantha de reviziis press

Come vestirsi alle settimane della moda 2017: organizzare 28 looks

Quattro settimane della moda significa organizzare un look al giorno per 28 giorni. Quindi 28 looks ai quali vanno poi aggiunti quelli per gli eventi e i vari party. Se siete stylist è un gioco da ragazzi ma se non lo siete…

Consiglierei di preparare i looks in questo modo: Read More >>

Il mio mese della moda

Posted by Samantha De Reviziis on aprile 4, 2017 in Italia, VIAGGI | No Comments

Il mio mese della moda fra New York, Londra Milano Parigi e anche Shanghai raccontato in un video

Pochi giorni prima dell’inizio delle settimana della moda ho iniziato a lavorare con Grazia Arabia. Mi occupo della gestione dell’Instagram account del piano editoriale di Ig. Era da un anno che tentavo di collaborare con Grazia Arabia e finalmente è successo.

L’attimo di felicità esaltazione è durato 10 secondi, forse 15. Il tempo di realizzare che il progetto che avrei dovuto realizzare era gigantesco, che mancavano pochissimi giorni all’inizio della fashion week di New York e che l’organizzazione richiesta per questo tipo di progetti varia dai 6 ai 4 mesi (e io avevo meno di 6 giorni). Credo di aver procurato un esaurimento nervoso a tutti i miei collaboratori, tranne quelli che lavorano con me da tanti anni e sanno come sono fatta =)

Il progetto di Grazia Arabia? Riguarda l’account Instagram e relativa copertura di tutte le settimane della moda street style, contenuti speciali, sfilate, eventi più crescita di followers targetizzata.

 

Da 4k followers il profilo è passato ad averne 15 k in solo un mese… non male vero?

È l’Ig account ha un layout molto figo. Abbiamo pubblicato quasi in real time.

Non vi nego che ci sono stati veri e propri momenti di panico. Ho pianto, litigato, odiato detestato l’ establishment della moda, ma amato alla follia il progetto che stavo vivendo, e che sto ancora sviluppando.

La cosa più difficile per un imprenditore non è creare un business o vendere il servizio, ma è creare il team. Persone talentuose fidate appassionate che ti supportino nello sviluppo del tuo progetto. Un po’ prima della London Fashion Week sono riuscita a formare il  gruppo di lavoro che cercavo, con le persone giuste. Sto lavorando con persone incredibili. E grazie al mio team posso fare quello che sto facendo.

Avevo già creato la parte “nerd” del mio team: informatici, sviluppatori e quella creativa composta da tanti fotografi, editor, ma mi mancavano persone di fiducia senior sui quali poter contare e delegare gran parte del lavoro. Il team è la cosa che mi ha resa più felice. <3

Grazia Arabia è stato sicuramente il progetto più impegnativo, ma oltre questa parte squisitamente editoriale mi sto occupando costantemente di altre mille cose.


Del progetto dei maxi led banner che ho dovuto seguire comunque, nonostante il mese della moda, del mio profilo Instagram – che continuo a far crescere con amore – e monetizzo vendendo progetti speciali ai brand della moda e del lusso con Instasamy la mia social media agency specializzata nella gestione degli account Instagram. Instasamy è in piena fase di sviluppo <3 Tra l’altro Instasamy.com è oscurato perché a breve rilanceremo il nuovo sito (preparatevi perché sarà una bomba) E poi, come alcuni di voi sanno, ho anche un blog di nicchia che impegna ancora tantissimo del mio tempo.

 

Questa stagione della moda è stata faticosa, ma allo stesso tempo un sogno. Ogni anno, prima delle fashion week, ero triste perché non riuscivo a farmi invitare alle sfilate più importanti come quelle di Dior, Chanel, Prada, Burberry e molte altre. Sono veramente pochissime le influencer che partecipano a queste sfilate. Quest’anno invece non solo sono stata invitata, ma ho avuto un ruolo molto importante =)

Come dico sempre: non smettete mai di sognare in grande <3

 

Chi non conosce bene questo settore sicuramente guardando il video penserà “guarda quanto si diverte Samantha”. Può’ sembrare tutto uno spasso, ma dietro c’è un lavoro incredibile.

Per programmare tutti gli accrediti alle sfilate mi sono dovuta appoggiare ad una agenzia esterna: avete idea di ciò che significa organizzare il calendario di quattro Settimane della moda? Solo a Milano ci sono più di 90 sfilate e 70 eventi; abbiamo quindi dovuto organizzare tutte le collaborazioni con hotel, drivers e tutti i miei outfits affiancata fortunatamente da una bravissima stylist, Sabrina Zotta, e da una mia carissima amica Alessandra, riducendo il mio salotto e il corridoio di casa praticamente a un negozio di abbigliamento.

E ancora: predisporre tutti i meeting con i brand, riuscire a gestire il team durante le sfilate: un fotografo di street style, un fotografo e video maker che è riuscito a coprire con me tutte le sfilate, senza contare la mia fotografa per il mio blog, Elisa la grafica h24 che da Milano editava tutti i contenuti; la gestione dei miei clienti che ovviamente durante la fashion week desideravano collaborare con me.

In più ho anche partecipato sviluppando progetti con The One Milano, la nuova fiera di Milano e Chic Shanghai la Fiera più importante d’Asia. Non mi sono fermata per cinque settimane. Ho perso 4 chili e avrò dormito 4 ore a notte. I piani editoriali di Ig di solito vengono delegati per poi essere supervisionati da me, quello di Grazia invece l’ho seguito io tutti i giorni, e con tanto amore.

Il mio Instagram è esploso di followers: da 110k sono passata a 125k con una media di 2000 mi piace a foto e 40 commenti.

E come vi ho detto il profilo Instagram di Grazia da 4k followers è salito a 15k followers. Sono molto fiera del lavoro fatto sul layout: è cool e abbiamo ricevuto un sacco di complimenti, e presto crescerà anche l’engagement <3 Penso che Step by step Grazia Arabia sorpasserà tanti magazine della moda;  abbiamo avuto una pioggia di richieste per la gestione di Instagram account anche da multinazionali.


Ringrazio Bianca Brigitte Bonomi, editor in chief di Grazia, per avermi dato questa possibilità e per aver creduto in me. E se comprate Grazia Arabia c’è la pagina dello street style curata da me con una mia intervista. Ringrazio tutti gli sponsor che hanno investito sulle mie idee come Oh! by Kopenaghen Fur e molti altri. Non finirò mai di dire grazie al mio team e a tutte le persone che stanno lavorando con me. 

Samantha

il mese della moda

Samantha =) fotografa Ekaterina Ignatova

Grazia Arabia

Posted by Samantha De Reviziis on febbraio 2, 2017 in Doha, VIAGGI | No Comments

Grazia Arabia su Instagram Grazia Qatar è la mia nuova collaborazione legata alle fashion weeks

Grazia Arabia è il magazine di moda più amato nel mondo arabo e viene prodotto a Doha capitale del Qatar, una delle città più ricche del mondo.Come sapete Doha per me è diventata una seconda casa. Cliccando su Doha potete vedere tutti i post che ho pubblicato negli ultimi giorni.

GRAZIA ARABIA @GRAZIAQATAR

L’anno scorso, proprio in questo periodo, proposi una collaborazione, un progetto speciale, a Bianca Brigitte Bonomi editor in chief di Grazia Arabia ma le cose non andarono in porto. E’ passato un anno. In Qatar ho fatto veramente tantissimi progetti, mi sono strutturata ed ho anche aperto un’agenzia dedicata a Instagram. Ho riproposto il progetto a Grazia Arabia ed è stato approvato. Ci sono riuscita! Per me oggi, 2 febbraio, inizia una nuova sfida.

Grazia Arabia il progetto

Mi occuperò di coprire tutte le settimane della moda a partire da New York, Londra, Milano per poi terminare con Parigi. Durante le sfilate mi gestirò il piano editoriale su Instagram di Grazia Arabia:  @Grazia Qatar.

Oggi l’Instagram di Grazia Arabia ha 6k, insieme al mio team faremo in modo di far crescere l’account di followers, realizzando contenuti creativi e seguendo un piano editoriale ben strutturato. Pubblicheremo foto di street style, video backstage delle sfilate, sfilate e molto altro. Ma il progetto non è solo online: curerò la sezione dei trend speciale Fashion Week sul magazine cartaceo. Read More >>

Samantha a Milano pubblicata per tutta la città

Posted by Samantha De Reviziis on gennaio 30, 2017 in Italia, VIAGGI | No Comments

Samantha a Milano pubblicata per tutta la città: ho sempre sognato di vedere la mia pubblicità in giro per Milano!

Samantha: prima di tutto ci tengo a informarvi che finalmente ho preso @samantha su Ig =) Su Instagram non sono più @samnathaderevziis ma solo @samantha  =)

Non è una figata pazzesca? Sono l’unica al mondo ad avere il nome @samantha su Instagram =)

Ma questo post è per comunicarvi una notizia ancora più grande

 

Nelle piazze più frequentate di Milano e nel quadrilatero della moda c’è la pubblicità del mio Instagram @samantha su maxi led banner connessi al wife. Le persone che passano sotto i led banner con la mia pubblicità si possono connettere al wifi facendo il social login o lasciando la mail.

Non ho investito nella pubblicità sui banner! No! costerebbe una follia per la mia startup! Io sono partner di questo grandissimo progetto =) Ho fatto la partnership con BS URBAN ADV. Esattamente mi occupo di internazionalizzare e promuovere strategicamente il progetto.

Guardate i miei video su Instagram della mia ad

Video 1

Video 2

Questa pubblicità raggiunge circa un milione di persone al giorno! Un milione! 

Un milione di persone tutti i giorni guardano la mia pubblicità e non solo! Una gran parte di queste si connettono alla linea wife del banner e parte di queste diventano miei followers su Instagram? Come? Read More >>