La storia di Caltagirone e consigli preziosi

storia di Caltagirone samantha

La storia di Caltagirone e le ceramiche di Dolce e Gabbana


La storia di Caltagirone,
un comune della provincia di Catania con meno di quarantamila abitanti, è davvero pregna di tradizione. Il mio consiglio è, se vi capita di andare in Sicilia, di non perdervi tra le località turistiche e balneari bensì di scoprirne l’anima più profonda. Le curiosità storiche e mitologiche che potrete apprendere visitando Caltagirone sono innumerevoli. Percorrendo la città, ubicata nella parte centrale dell’isola, avrete modo di imbattervi in diverse opere. Troverete soprattutto moltissime pregiate ceramiche: pare che la città si sia specializzata in tale arte a partire dalle antiche dominazioni greche.

La storia di Caltagirone ed i disegni impressi sulle sue ceramiche sono stati riportati in auge in questi ultimi anni da Dolce e Gabbana. I noti stilisti italiani, passeggiando tra i vicoli della città siciliana, sono rimasti ammirati dalla bellezza delle opere artistiche in ceramica del luogo, tanto da farsi ispirare da queste per creare una intere collezioni. I due imprenditori, il cui nome è ormai noto in tutta Italia e non solo, hanno dichiarato alla stampa in tale contesto di non essere più interessati al guadagno quanto all’unicità ed alla qualità delle loro linee di abbigliamento. Valori che hanno voluto sottolineare inserendo nella stessa collezione alcuni capi lavorati ad uncinetto: un’altra delle antiche tradizioni della città di Caltagirone. Guarda la collezione di Dolce Gabbana ispirata a Caltagirone 

Il mito incontra la storia: la leggenda delle ceramiche di Caltagirone

Ma la storia di Caltagirone non è collegata soltanto alla tradizione greca. Ad alternarsi con gli Antichi Greci sono stati anche i Romani e, subito dopo, i Saraceni. Pare che il mondo arabo, nello specifico, abbia fortemente influenzato le tradizioni della città, tanto che anche il nome “Caltagirone” viene morfologicamente fatto risalire al termine arabo “qal’at” (rocca). E al mondo arabo è collegata la leggenda delle ceramiche di Caltagirone. E’ interessante sapere che la maggior parte delle ceramiche di Caltagirone raffigurano il volto di un uomo di colore e di una donna bianca. Questa tradizione viene spiegata proprio attraverso la leggenda in questione.

A quanto pare, il volto della donna bianca raffigurato sui vasi di Caltagirone è quello di una ragazza che, secondo la leggenda, era solita trascorrere le sue giornate innaffiando le bellissime piante che aveva sul suo balcone. La casa della fanciulla sarebbe stata ubicata a la Kalsa, quartiere arabo di Palermo. Un giorno, sotto al suo balcone, sarebbe passato un moro che avrebbe perso la testa per lei. Tale uomo le avrebbe subito dichiarato il suo amore, ricevendo la stessa dichiarazione dalla ragazza. Il moro avrebbe però omesso di raccontarle una importante verità: egli aveva una famiglia in Oriente.

La leggenda narra che la donna, una volta scoperto il segreto, abbia ucciso il moro, decapitandolo nel sonno. In seguito all’atto, avrebbe utilizzato la sua testa per piantare del basilico, cresciuto grazie alle lacrime della ragazza. La fanciulla, in questo modo, avrebbe impedito al moro di fare rientro dalla sua famiglia, tenendolo sempre con sé.

Cosa fare a Caltagirone 

La storia di Caltagirone non è l’unico motivo per visitare la città, che presenta un panorama mozzafiato. Per godervelo in tutto il suo splendore, vi consiglio di percorrere la famosa scala di Santa Maria del Monte. Vi anticipo che la salita sarà ardua, ma la bellezza che potrete ammirare dall’alto di questa è senza paragoni. Non ve ne pentirete!

Un’altra tappa carina è la visita al Museo dei Cappuccini. Si tratta di un antico convento, attualmente sede dell’Istituto Tecnico agrario Statale, che racchiude in sé la storia della città e molte opere che sarebbero altrimenti andate perse.

Infine, vi consiglio di andare a vedere il ponte di San Francesco. Situato nel centro storico, il ponte è uno dei punti più romantici della città. Le sue mura sono piastrellate con le ceramiche di Caltagirone.

Ristoranti a Caltagirone. Il mio preferito il Locandiere 

Se dovete scegliere tra i ristoranti di Caltagirone, non c’è dubbio: il mio consiglio ricade su “Il locandiere”! Si trova al centro della città, proprio ai piedi della Scala di Santa Maria del Monte, e prepara delle pietanze fantastiche. Dato che vi trovate in Sicilia, concentratevi su un menù a base di pesce, la vera punta di diamante del locale. Nel dettaglio, il mio preferito è il menù a base di antipasti di pesce caldi e freddi. Come dessert, puntate sul semifreddo al pistacchio.

 

More from Samantha De Reviziis

Parisa Souq Waqif

Parisa Souq Waqif merita una cena solo per vedere… Parisa Souq Waqif,...
Read More

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.