Il mio mese della moda

Il mio mese della moda fra New York, Londra Milano Parigi e anche Shanghai raccontato in un video

Pochi giorni prima dell’inizio delle settimana della moda ho iniziato a lavorare con Grazia Arabia. Mi occupo della gestione dell’Instagram account del piano editoriale di Ig. Era da un anno che tentavo di collaborare con Grazia Arabia e finalmente è successo.

L’attimo di felicità esaltazione è durato 10 secondi, forse 15. Il tempo di realizzare che il progetto che avrei dovuto realizzare era gigantesco, che mancavano pochissimi giorni all’inizio della fashion week di New York e che l’organizzazione richiesta per questo tipo di progetti varia dai 6 ai 4 mesi (e io avevo meno di 6 giorni). Credo di aver procurato un esaurimento nervoso a tutti i miei collaboratori, tranne quelli che lavorano con me da tanti anni e sanno come sono fatta =)

Il progetto di Grazia Arabia? Riguarda l’account Instagram e relativa copertura di tutte le settimane della moda street style, contenuti speciali, sfilate, eventi più crescita di followers targetizzata.

 

Da 4k followers il profilo è passato ad averne 15 k in solo un mese… non male vero?

È l’Ig account ha un layout molto figo. Abbiamo pubblicato quasi in real time.

Non vi nego che ci sono stati veri e propri momenti di panico. Ho pianto, litigato, odiato detestato l’ establishment della moda, ma amato alla follia il progetto che stavo vivendo, e che sto ancora sviluppando.

La cosa più difficile per un imprenditore non è creare un business o vendere il servizio, ma è creare il team. Persone talentuose fidate appassionate che ti supportino nello sviluppo del tuo progetto. Un po’ prima della London Fashion Week sono riuscita a formare il  gruppo di lavoro che cercavo, con le persone giuste. Sto lavorando con persone incredibili. E grazie al mio team posso fare quello che sto facendo.

Avevo già creato la parte “nerd” del mio team: informatici, sviluppatori e quella creativa composta da tanti fotografi, editor, ma mi mancavano persone di fiducia senior sui quali poter contare e delegare gran parte del lavoro. Il team è la cosa che mi ha resa più felice. <3

Grazia Arabia è stato sicuramente il progetto più impegnativo, ma oltre questa parte squisitamente editoriale mi sto occupando costantemente di altre mille cose.


Del progetto dei maxi led banner che ho dovuto seguire comunque, nonostante il mese della moda, del mio profilo Instagram – che continuo a far crescere con amore – e monetizzo vendendo progetti speciali ai brand della moda e del lusso con Instasamy la mia social media agency specializzata nella gestione degli account Instagram. Instasamy è in piena fase di sviluppo <3 Tra l’altro Instasamy.com è oscurato perché a breve rilanceremo il nuovo sito (preparatevi perché sarà una bomba) E poi, come alcuni di voi sanno, ho anche un blog di nicchia che impegna ancora tantissimo del mio tempo.

 

Questa stagione della moda è stata faticosa, ma allo stesso tempo un sogno. Ogni anno, prima delle fashion week, ero triste perché non riuscivo a farmi invitare alle sfilate più importanti come quelle di Dior, Chanel, Prada, Burberry e molte altre. Sono veramente pochissime le influencer che partecipano a queste sfilate. Quest’anno invece non solo sono stata invitata, ma ho avuto un ruolo molto importante =)

Come dico sempre: non smettete mai di sognare in grande <3

 

Chi non conosce bene questo settore sicuramente guardando il video penserà “guarda quanto si diverte Samantha”. Può’ sembrare tutto uno spasso, ma dietro c’è un lavoro incredibile.

Per programmare tutti gli accrediti alle sfilate mi sono dovuta appoggiare ad una agenzia esterna: avete idea di ciò che significa organizzare il calendario di quattro Settimane della moda? Solo a Milano ci sono più di 90 sfilate e 70 eventi; abbiamo quindi dovuto organizzare tutte le collaborazioni con hotel, drivers e tutti i miei outfits affiancata fortunatamente da una bravissima stylist, Sabrina Zotta, e da una mia carissima amica Alessandra, riducendo il mio salotto e il corridoio di casa praticamente a un negozio di abbigliamento.

E ancora: predisporre tutti i meeting con i brand, riuscire a gestire il team durante le sfilate: un fotografo di street style, un fotografo e video maker che è riuscito a coprire con me tutte le sfilate, senza contare la mia fotografa per il mio blog, Elisa la grafica h24 che da Milano editava tutti i contenuti; la gestione dei miei clienti che ovviamente durante la fashion week desideravano collaborare con me.

In più ho anche partecipato sviluppando progetti con The One Milano, la nuova fiera di Milano e Chic Shanghai la Fiera più importante d’Asia. Non mi sono fermata per cinque settimane. Ho perso 4 chili e avrò dormito 4 ore a notte. I piani editoriali di Ig di solito vengono delegati per poi essere supervisionati da me, quello di Grazia invece l’ho seguito io tutti i giorni, e con tanto amore.

Il mio Instagram è esploso di followers: da 110k sono passata a 125k con una media di 2000 mi piace a foto e 40 commenti.

E come vi ho detto il profilo Instagram di Grazia da 4k followers è salito a 15k followers. Sono molto fiera del lavoro fatto sul layout: è cool e abbiamo ricevuto un sacco di complimenti, e presto crescerà anche l’engagement <3 Penso che Step by step Grazia Arabia sorpasserà tanti magazine della moda;  abbiamo avuto una pioggia di richieste per la gestione di Instagram account anche da multinazionali.


Ringrazio Bianca Brigitte Bonomi, editor in chief di Grazia, per avermi dato questa possibilità e per aver creduto in me. E se comprate Grazia Arabia c’è la pagina dello street style curata da me con una mia intervista. Ringrazio tutti gli sponsor che hanno investito sulle mie idee come Oh! by Kopenaghen Fur e molti altri. Non finirò mai di dire grazie al mio team e a tutte le persone che stanno lavorando con me. 

Samantha

il mese della moda
Samantha =) fotografa Ekaterina Ignatova

More from Samantha De Reviziis

Mutandine di pelo e un pensiero sincero


Mutandine di pelo che passione La mia dea interiore è avvolta in...
Read More

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.